RIFIUTI CAMPANI IN LOMBARDIA

 ABBIAMO GIA' DATO

Nel 2001 la regione Lombardia ha smaltito 50.000 tonnellate di rifiuti campani 

Evidentemente per la Campania - esordisce Silvia Ferretto Clementi, Consigliere regionale lombardo di AN - "grazie" alla gestione dell'ex assessore verde e subcommissario speciale per l'emergenza rifiuti in Campagna, Giulio Facchi, e del governatore Bassolino, l'emergenza rifiuti Ŕ diventata un problema strutturale e non pi¨ contingente, ma la gestione scellerata dei rifiuti in altre regioni non deve ricadere regolarmente sui cittadini lombardi. 

La Lombardia ha giÓ dato prova di essere solidale e disponibile quando nel 2001 ha accettato di smaltire ben 50.000 tonnellate di rifiuti campani.

A fronte di questa disponibilitÓ - continua l'esponente lombardo di AN - quando nel febbraio 2003 Formigoni ha chiesto a Bassolino di ricambiare il favore per sole 3 mila tonnellate di rifiuti lombardi, quest'ultimo ha minacciato di rivolgersi alla Procura.

A un anno di distanza, proprio coloro che avevano minacciato denunce tornano ad elemosinare aiuto proprio dagli stessi che volevano denunciare e che da loro erano stati additati quale esempio di malgoverno. 

Mi auguro che il Presidente Formigoni esprima un parere di netta contrarietÓ a questa nuova richiesta.

L'unica speranza per la Campania Ŕ quella di mandare a casa i responsabili di questo disastro.  

"Proteggiamo l'ambiente dai verdi" non Ŕ solo uno slogan - conclude Silvia Ferretto - ma una vera e propria necessitÓ. 

Milano, 25 marzo 2004