CLASSE ISLAMICA

 PIENO SOSTEGNO AL MINISTRO MORATTI

Se la pericolosa follia della scuola islamica Ŕ stata scongiurata Ŕ merito esclusivamente del Ministro della Pubblica Amministrazione Letizia Moratti.

L'integrazione - ricorda Silvia Ferretto Clementi, consigliere regionale di AN - Ŕ possibile solo se c'Ŕ una reale volontÓ d'integrazione e di condivisione dei principi democratici pluralisti e tolleranti che caratterizzano la nostra societÓ.

Per questo abbiamo il dovere di imporre a tutti il rispetto della legge e di conseguenza l'obbligo scolastico.

I figli degli immigrati - continua l'esponente regionale di AN - devono imparare l'italiano e frequentare scuole legalmente riconosciute, in modo che possa esservi una condivisione dei programmi e un incentivo alla conoscenza reciproca.

In uno Stato democratico qual Ŕ il nostro, Ŕ assolutamente intollerabile che un immigrato possa arrogarsi il diritto di far crescere i propri figli nell'ignoranza, sfruttandoli nei laboratori clandestini, con l'accattonaggio o relegandoli in un anacronistico e disumano regime di apartheid sessista.

I ghetti - conclude Silvia Ferretto - devono essere scardinati, non creati.

Milano, 14 luglio 2004